Perché prendere una certificazione Cambridge

Posted on 16 novembre 2017 · Posted in Approfondimenti

Se sei uno studente di inglese, con ogni probabilità hai sentito più volte le parole “certificazioni Cambridge“. Sai anche di che cosa stiamo parlando, cioè di attestati rilasciati dalla University of Cambridge dopo aver sostenuto un esame. I test sono di vario genere: non approfondiremo in questo articolo come capire qual è quello giusto per te, anche perché ne abbiamo già parlato qui.

Non hai ancora preso in considerazione l’idea di certificare il tuo inglese? Ecco tre motivi per farlo!

1. Sono necessari

L’abbiamo ripetuto più volte che gli esami Cambridge sono riconosciuti dagli enti di tutto il mondo, compreso il nostro Ministero dell’Istruzione (MIUR). Quello che non ti abbiamo ancora detto è che esistono più di 2.800 centri autorizzati, distribuiti in 130 paesi, e ci sono più di 52.000 scuole che offrono la preparazione per questo tipo di test. Tra queste ci siamo noi di Wall Street English a Siena, con i nostri materiali didattici Pearson.
Questi numeri incredibili ci fanno capire quanto siano popolari e richiesti i certificati Cambridge, ma anche quanto siano diventati necessari, sia a scuola che a lavoro.

2. Migliori il tuo “real English”…divertendoti!

Studiando per un test, svilupperai capacità comunicative che ti saranno utili anche nella vita reale.
Esami come FCE (o più comunemente conosciuto, First), CAE e CPE sono incentrati sul “general English“. I testi d’esame, infatti, sono articoli di giornale, racconti, annunci pubblicitari, recensioni e dialoghi su argomenti di ogni genere.
IELTS e BULATS, invece, servono per certificare la conoscenza specifica di un linguaggio settoriale: il primo riguarda l’inglese accademico, il secondo la lingua del mondo del business. Anche questi esami, però, sono divertenti da preparare, perché i materiali sono presi da contesti reali.
Se vuoi sostenere il BULATS, per esempio, la nostra scuola è un test center autorizzato!

3. Distinguiti dalla massa

Attenzione! Saremo brutali. Il mercato del lavoro è un gioco al massacro. Per far prendere in considerazione il proprio curriculum, bisogna produrre una serie di attestati.
Dato che l’inglese è richiestissimo, la maggior parte dei candidati millanta conoscenze della lingua che nessuno può verificare al momento del colloquio. Questa prassi è favorita anche dall’autocertificazione linguistica allegata al curriculum europeo. Per questo chi ha un certificato Cambridge ha più possibilità di superare le selezioni rispetto a chi non può dimostrare nulla concretamente.

Ti abbiamo convinto? 

Questo mese i nostri corsi di preparazione sono in offerta!